PRP – PLATELET RICH PLASMA

Plasma Ricco di Piastrine (PRP) e medicina estetica: cosa è bene sapere

L’utilizzo del concentrato piastrinico (PRP – plasma ricco di piastrine) per uso non trasfusionale, in particolare nella medicina rigenerativa o in dermatologia è una pratica ormai consolidata a livello internazionale. Negli ultimi anni è cresciuta considerevolmente la pubblicità del trattamento anche nell’ambito della chirurgia estetica. Il PRP viene, infatti, indicato, dai professionisti del settore, come facilitatore nelle procedure di lipofiller, cura per le rughe, trattamento di biorivitalizzazione.

Che Cos’è: il PRP (plasma ricco di piastrine) è un potente concentrato di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti.  Si ottiene grazie a una tecnica che prevede la centrifugazione del sangue autologo (cioè prelevato dallo stesso paziente) all’interno di un processo che termina con la produzione di una parte di plasma ad alta concentrazione di piastrine.

A cosa serve: per uso non trasfusionale, il concentrato di piastrine così ottenuto, è utilizzato da molti anni, con successo, come rigenerante di tessuti danneggiati ad esempio in chirurgia maxillo-facciale e odontostomatologica, in oculistica, nella terapia di ulcere cutanee croniche.

In medicina estetica: in quest’ambito, l’utilizzo del PRP si è diffuso nel trattamento dei tessuti cutanei e sottocutanei per migliorare l’aspetto di aree quali ad esempio guance, zona oculare e perioculare, pieghe cutanee del collo. Il trattamento dura circa un’ora e i costi variano a seconda delle regioni da trattare.

RIVITALIZZAZIONE ATTRAVERSO IL PRP (PLASMA RICCO DI PIASTRINE)

Avere un aspetto migliore può conferire un importante vantaggio sia nella vita personale che in quella professionale. Le imperfezioni superficiali, le macchie d’età, i pori dilatati e le lievi rughe della pelle del viso e del décolleté possono oggi essere minimizzate grazie ai trattamenti di rivitalizzazione non invasivi a base di PRP (plasma ricco di piastrine).
Non solo, questa innovativa tecnologia permette di rivitalizzare anche il cuoio capelluto fermando così la caduta patologica dei capelli dovuta, ad esempio, all’alopecia androgenetica.

CHE COSA È LA RIVITALIZZAZIONE PRP

La rivitalizzazione a base di PRP è una procedura di medicina estetica che prevede l’iniezione in alcune zone del corpo del paziente di plasma preso dal sangue del paziente stesso. Il sangue, una volta prelevato (da 5 a 15 ml a seconda dell’ampiezza della zona da trattare), viene centrifugato in modo da separare il plasma dalle piastrine; si ottiene il PRP, un prodotto di derivazione ematica che è un vero e proprio “concentrato” di piastrine.
La sua naturale capacità di stimolare la rigenerazione dei tessuti lo rende il fondamento di numerose metodiche in campo medico, soprattutto nell’ambito della chirurgia plastica e rigenerativa. Infatti, una volta re-iniettato mediante un ago molto sottile nelle zone che il paziente desidera rivitalizzare, il PRP stimola naturalmente la produzione di collagene, migliorando così l’aspetto della pelle del viso e décolleté e regalando una migliore consistenza, tono e volume al volto.
Molto più efficace dei tradizionali trattamenti a base di iniezioni di vitamine e acido ialuronico, la  rivitalizzazione a base di PRP è inoltre molto più sicura perché essendo effettuata con materiale autologo (che cioè deriva dalla persona stessa) evita il rischio di allergie ed intolleranze.

I RISULTATI DEL TRATTAMENTI DI RIVITALIZZAZIONE CON PRP
Per quanto non si tratti certo di una sostituzione del lifting, la rivitalizzazione PRP, se praticata correttamente, porta a degli ottimi risultati: i primi effetti sono visibili in circa sette giorni, l’aumento del volume delle zone trattate è evidente in otto settimane e, in generale, i risultati del PRP possono durare fino a 19 mesi.
A seconda dalla tipologia di pelle e del grado di invecchiamento cutaneo, il numero delle sedute di rivitalizzazione PRP varia. Generalmente una seduta di PRP deve essere ripetuta ogni tre mesi per un totale che va dalle tre alle sei sedute complessive.
Il recupero dopo un trattamento di rivitalizzazione attraverso il plasma è immediato. La procedura è davvero semplice e mini-invasiva; praticamente indolore si può effettuare in sedute di breve durata tanto che a volte viene definita il “lifting della pausa pranzo”.

CHE COSA È LA RIVITALIZZAZIONE PRP

Le persone che soffrono di una consistente ed innaturale caduta dei capelli possono trovare un grande vantaggio dai trattamenti di rivitalizzazione con PRP.
La PRP HT (Hair Therapy) consiste nell’iniettare nella aree sofferenti da diradamento e calvizie una “super-sostanza” chiamata “plasma arricchito” , noto anche come “Platelet Gel”, ottenuta tramite la centrifugazione del sangue del paziente stesso. L’azione di centrifuga libera due proteine, PDGF e FGF, che rimesse in circolo aiutano la rigenerazione e ricrescita del follicolo non atrofico.
Il trattamento consiste in una semplice iniezione che viene comunemente effettuata ogni due o tre mesi, per un periodo continuativo che dura fino alla scomparsa del problema.